Teatro Sala Umberto: pronti a far emozionare, divertire, commuovere e sognare per la centunesima volta

Una stagione all’insegna della drammaturgia contemporanea italiana, della danza e della musica è la stagione 2012-2013 del Teatro Sala Umberto. Molti gli artisti che hanno presentato i propri spettacoli in conferenza stampa, riuniti per l’occasione insieme sul prestigioso e storico palcoscenico che ha compiuto cento anni. Tutti entusiasti per la prossima programmazione, per il ricco cartellone realizzato.

I primi a presentare il loro spettacolo sono stati Nicola Pistoia e Paolo Triestino, i frizzanti veterani della Sala Umberto, che proporranno il nuovo spettacolo “Fausto e gli sciacalli”, scritto da Gianni Clementi. Lo spettacolo sarà arricchito da una speciale colonna sonora scritta appositamente per esso dai Pooh. Oltre alla coppia Pistoia-Triestino ci saranno anche altri ritorni graditi come quello di Amanda Sandrelli, Blas Roca Rey e Edy Angelillo che riproporranno il fortunato spettacolo scritto da Lorenzo Gioielli, Non c’è tempo amore” (giunto al quarto anno di repliche e già andato in scena alla Sala Umberto tre anni fa). E ancora un’altra coppia ritornerà con immenso piacere del pubblico: quella composta da Emanuela Rossi e Francesco Pannofino, protagonisti della commedia “È andata così” scritta da Giacomo Ciarrapico (giovane autore della serie tv “Boris”) e diretta da Claudio Boccacini. Ritorneranno poi in scena Tullio Solenghi e Maurizio Micheli (reduci dal successo di “Italiani si nasce e noi lo nacquimo”) che proporranno “L’apparenza inganna”. A grande richiesta torna anche Carlo Buccirosso (assente però in conferenza) con un nuovo spettacolo che è in fase di scrittura.

Ma ci saranno anche tanti volti nuovi a calcare il palco della Sala Umberto per la prima volta. Stefano Benni, in veste di autore e regista de “Le Beatrici” (che verrà presentato a Spoleto il 30 giugno), Maria Amelia Monti (protagonista di “Tante belle cose”; pièce scritta da Edoardo Erba e diretta da Alessandro D’Alatri con colonna sonora originale composta da Cesare Cremonini), Giobbe Covatta – che durante la conferenza è stato intervistato da una giornalista di eccezione: la stessa Maria Amelia Monti; un’intervista spassosa, uno sketch comico improvvisato per raccontare il nuovo spettacolo di Covatta ambientato nel futuro “2012 (tra 100 anni)” -. Altri sipari comici si sono creati poi con Andrea Brambilla, Nino Formicola (Zuzzurro e Gaspare) e Alessandro Benvenuti che hanno presentato “Tutto Shakespeare in 90 minuti” spettacolo ambizioso – come dimostra il titolo – diretto dallo stesso Benvenuti.

Saranno anche allestiti spettacoli dedicati all’attualità, comici ma spietati: “Lo sciopero delle bambole” presentato dalla regista Veronica Cruciani (in scena Paola Minaccioni) e “Sparla con me” con Dario Vergassola.

Scatenato in conferenza Gianmarco Tognazzi già entrato nel personaggio che dovrà interpretare ne “Il rompiballe” di Francis Veber, diretto da Andrea Brambilla. Presente poi un’elegantissima Lucrezia Lante della Rovere che proporrà l’opera pirandelliana “Come tu mi vuoi” diretta da Francesco Zecca. Un trio d’eccezione, composto da Gino Castaldo, Nicky Nicolai e Lillo, ha raccontato “Mille bolle blu” dimostrando come il Teatro Sala Umberto si apra alla grande musica anni ’60. E non è l’unico spettacolo musicale che si avrà modo di apprezzare: in cartellone anche Veronica Pivetti e Isa Danieli che in “Sorelle d’Italia” ricorderanno le più famose canzoni popolari e il gruppo di cantanti, attori “Oblivion” che mescoleranno linguaggio e giochi musicali.
Oltre alla musica altra novità sarà la danza di “Fantasia”, spettacolo onirico di Mvula Sungani ispirato al Cirque du Soleil.

Insomma davvero una stagione che ha tutti i presupposti per far emozionare, divertire, commuovere e sognare il pubblico per la centunesima volta…

Monica Menna

Foto: La penna ironica, pungente, surreale di Stefano Benni in “Le Beatrici” dà voce a otto donne che rivivono prima su un palcoscenico, poi in un libro.